Pasqua

Scopri quando cade la Santa Pasqua in Italia, negli anni 2016, 2017 and 2018





Italia 2016 2017 2018
Pasqua 27 marzo 16 aprile 1 aprile


Pasqua

La Pasqua è una delle festività più importanti del Cristianesimo. Essa ha lo scopo di celebrare la risurrezione di Gesù, così come narrata nella Bibbia e avvenuta il terzo giorno dopo la sua morte sulla collina chiamata Golgota-Calvario.

In Italia, la Pasqua è un giorno festivo, ovvero un giorno in cui il lavoratore ha diritto a riposare, pur essendo retribuito. Va comunque fatto notare che, cadendo di domenica - che è sempre un giorno festivo - la Pasqua sarebbe un festivo a prescindere.

Le origini della Pasqua Cristiana

A differenza di altre festività, la Pasqua ha data variabile e si basa sul calendario lunare, così come la Pesach, la Pasqua ebraica, a cui è strettamente legata. Infatti, sempre secondo le Sacre Scritture, la passione e crocifissione di Gesù sarebbero avvenute proprio in coincidenza della Pasqua ebraica, che veniva celebrata in corrispondenza della luna piena di marzo/aprile. Durante il Concilio di Nicea, da una interpretazione delle sacre scritture di S. Paolo, si stabilì che la data della Pasqua cristiana doveva cadere la domenica successiva al plenilunio di marzo/aprile, ovvero in un arco di tempo che può andare dal 22 marzo al 25 aprile.

Per questo motivo, la Pasqua non ha una data fissa. E lo stesso vale per altre festività legate alla Pasqua, quali la Pentecoste e la Quaresima.

Preparazione alla Pasqua

Secondo la liturgia, la Pasqua deve essere preceduta da un periodo di astinenza e digiuno che dura 40 giorni. Esso è chiamato Quaresima ed inizia con il mercoledì delle Ceneri. L'ultima settimana di Quaresima si chiama Settimana Santa. Essa è un periodo pieno di importanti ricorrenze liturgiche che iniziano con la Domenica delle Palme, per terminare con la domenica successiva, ovvero la domenica di Pasqua.

Alcune tradizioni pasquali in Italia

Fra le tradizioni pasquali del nostro Paese, ricordiamo soprattutto la benedizione delle palme e dell'ulivo che avviene durante la domenica delle Palme. Questa tradizione ricorda il giorno dell'ingresso di Gesù a Gerusalemme, dove fu accolto dai fedeli che omaggiavano il suo ingresso sventolando al cielo delle palme. I rametti d'ulivo benedetti durante la messa della Domenica delle Palme sono regalati ai fedeli per ricordare la passione di Cristo e vengono conservati tutto l'anno, in attesa di essere sostituiti dai rametti nuovi, l'anno successivo.

Un'altra tradizione che ha assunto connotati sempre più commerciali è lo scambio delle uova di Pasqua. In principio si trattava di vere e proprie uova colorate che stavano ad indicare la rinascita, ovvero la Risurrezione di Cristo. Oggi, le uova sono state sostituite da uova di cioccolato spesso contenenti delle sorprese, regalate ai bambini italiani durante la Domenica di Pasqua.

Un altro dolce legato a questa festività è la colomba pasquale. Essa ha origine in Lombardia, durante gli anni '30 del 1900. Si tratta di un dolce il cui impasto originale ricorda molto quello del panettone, infatti le prime colombe pasquali furono create dalla ditta milanese Motta che si occupava già nella produzione dei panettoni natalizi. La ditta milanese decise di creare un dolce per celebrare la Santa Pasqua, così all'impasto del panettone furono apportate delle modifiche, come l'aggiunta dell'aranciata candita che sostituì l'uva passa, e la glassatura di mandorle a ricoprire il dolce. La forma ricorda la colomba, simbolo di pace.