Anniversario dell'Unità d'Italia

Scopri quando cade l'Anniversario dell'Unità d'Italia ovvero la Giornata della Costituzione dell'Inno e della Bandiera in Italia, negli anni 2016, 2017 and 2018





Italia 2016 2017 2018
Anniversario dell'Unità d'Italia Giovedì 17 marzo Venerdì 17 marzo Sabato 17 marzo


Anniversario dell'Unità d'Italia

L'Anniversario dell'Unità d'Italia è anche conosciuto con il nome di "Giornata della Costituzione dell'Inno e della Bandiera". Si tratta di una ricorrenza civile del nostro Paese, che commemora la nascita del Regno d'Italia, avvenuta il 17 marzo del 1861, quando la Camera dei deputati dell'allora Regno di Sardegna approvò il progetto di legge del Senato che dava a Vittorio Emanuele II il titolo di re del Regno d'Italia, appunto.
Da allora, in memoria di quegli eventi, il 17 marzo di ogni anno si ricorda tale ricorrenza.

L'Anniversario dell'Unità d'Italia non è un giorno festivo, ovvero indicato in rosso nel calendario. Salvo cada di domenica, i lavoratori sono tenuti a lavorare come durante qualsiasi altro giorno feriale. Infatti, questa ricorrenza ha natura soprattutto civile.

Gli anniversari solenni dell'Unità d'Italia

L'Anniversario dell'Unità d'Italia è stato festeggiato in maniera solenne ogni 50 anni, dalla sua data originale. Ovvero negli anni 1911, 1961 e 2011.

  • Il 50° anniversario dell'Unità d'Italia si festeggiò a cavallo dei mesi di marzo e di aprile 1911. Nelle città di Roma, Firenze e Torino vennero allestite delle mostre a tema e a Torino si tenne l'Esposizione internazione dell'Industria e del Lavoro. Erano anni di grande fervore e lo dimostra anche l'inaugurazione del "Vittoriano" nella capitale. Tra le altre iniziative, ricordiamo la pubblicazione di una serie di francobolli commemorativi, nota con il nome di "Cinquantenario dell'Unità d'Italia", di grande prestigio e valore fra i collezionisti.
  • Il 100° anniversario dell'Unità d'Italia si tenne nel 1961. Ebbe un profilo decisamente più basso e la città maggiormente coinvolta fu Torino, dove si tennero tre rassegne organizzate espressamente per l'occasione: la "Mostra Storica dell'Unità d'Italia", la "Mostra delle Regioni Italiane" e l'"Esposizione Internazionale del Lavoro".
  • Il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, svolto in forma solenne come vuole la tradizione, è tornato ai fasti della prima edizione, tanto che quell'anno fu proclamata festa nazionale e le attività delle scuole, degli uffici e in genere le attività lavorative vennero sospese. I luoghi protagonisti del 150° anniversario sono stati scelti per il loro legame con la storia dell'Unità d'Italia e Torino è stata la grande protagonista, seguita da Milano, Napoli, Genova, Firenze e ovviamente la capitale Roma. Coinvolte anche Venezia, Palermo e Bologna. Le celebrazioni sono iniziate un anno prima, e più precisamente il 5 maggio 2010 a Quarto dei Mille, per ricordare la spedizione capitanata da Garibaldi che proprio da Quarto partì per risalire poi lungo la penisola oppressa dal nemico.
    Tra le altre iniziative dell'anniversario si ricorda un nuovo 2 euro commemorativo, coniato dalla Banca d'Italia, raffigurante il logo ufficiale della manifestazione: tre bandiere, ciascuna rappresentante i 3 anniversari tenutisi fino ad oggi.
    Un'altra interessante iniziativa fu l'istituzione della "Coppa del 150º anniversario dell'Unità d'Italia", un trofeo onorofico realizzato in soli tre esemplari e consegnato al ciclista primo classificato nel Giro d'Italia 2011, alla squadra vincitrice della Coppia Italia 2010-2011 e al pilota che vinse il Gran Premio d'Italia 2011, ovvero: Michele Scarponi, FC Internazionale Milano (Inter) e Sebastian Vettel.

Giornata nazionale dell'Unità, della Costituzione, dell'inno e della bandiera

Nel 2012, con la legge nr. 222 del 23 novembre 2012, è stata approvata una nuova giornata di festa, chiamata appunto "Giornata nazionale dell'Unità, della Costituzione, dell'inno e della bandiera", con cadenza annuuale. Il 17 marzo rimane un giorno lavorativo, ma commemora l'importanza dell'identità nazionale ricordando la data in cui nacque ufficialmente il Regno d'Italia.