San Valentino

Scopri quando cade San Valentino in Italia, negli anni 2016, 2017 and 2018





Italia 2016 2017 2018
San Valentino Domenica 14 febbraio Martedì 14 febbraio Mercoledì 14 febbraio


San Valentino

San Valentino è una ricorrenza che cade il 14 febbraio di ogni anno. Ricorda la vita di Valentino, vescovo romano e martire cristiano, considerato all'unanimità il protettore degli innamorati.

San Valentino non è un giorno festivo, tuttavia si tratta di una delle ricorrenze religiose forse più famose al Mondo, anche grazie alla natura commerciale che ha assunto questa festività durante l'ultimo secolo.

Perché San Valentino è considerato il Santo degli Innamorati? Origini della festa di San Valentino

San Valentino fu vescovo durante i primi anni del cristianesimo. Nato da una famiglia patrizia, si convertì alla nuova religione e divenne vescovo di Terni a solo 21 anni, nell'anno 197 d.C.
Trascorse la sua vita a predicare il Vangelo, con lo scopo di convertire quanti più pagani possibili alla religione cristiana tanto che si racconta che, di fronte all'invito dell'allora Imperatore Claudio II il Gotico di interrompere la celebrazione della messa e abiurare, il vescovo non solo rifiutò, ma cercò addirittura di convertire lo stesso sovrano ad abbandonare i propri Dèi pagani, e convertirsi alla vera fede.
Come è facile immaginare, il suo tentativo fallì, tuttavia l'Imperatore lo graziò anche considerando la sua veneranda età.
Purtroppo non fu dello stesso avviso il successore di Claudio II il Gotico, ovvero l'Imperatore Aureliano, che qualche anno dopo ordinò l'arresto del vescovo cristiano. Valentino fu catturato dai centurioni romani, quindi flagellato e decapitato la notte del 14 febbraio 273 d.C., all'età di 97 anni. Probabilmente, dietro tale decisione, vi fu l'influenza che il vescovo di Terni aveva sulle masse, anche considerando il modo esponenziale con cui cresceva la sua popolarità in un mondo dove cristiani e pagani erano fortemente in conflitto.

Si narra che San Valentino sia divenuto il patrono degli innamorati il giorno in cui vide due fidanzati litigare sul ciglio di una strada. Per riappacificarli, il vescovo diede loro una rosa e i due giovani furono circondati da coppie di piccioni in volo. Probabilmente è anche da questa leggenda che deriva il modo di dire "essere dei piccioncini".

Secondo un'altra leggenda, San Valentino protesse due giovani amanti, il cui amore era osteggiato dalle rispettive famiglie. Serapia era infatti una giovane cristiana, mentre il soldato Sabino era un centurione di Roma. Si narra anche che la giovane fosse gravemente malata e di fronte all'imminente morte, Sabino chiese di essere convertito alla religione cristiana e grazie a ciò, il vescovo Valentino poté celebrare il matrimonio fra i due tristi amanti.

San Valentino oggi

Oggi, San Valentino è una delle feste più amate al Mondo. Essa è festeggiata anche in paesi di fede differente da quella cristiana, data la natura commerciale che ha assunto nell'ultimo secolo. Un esempio eclatante di ciò è dato dal Giappone, dove la festa di San Valentino è festeggiata ogni anno da milioni di giovani, soliti scambiarsi regali e cioccolatini anche in caso di forti amicizie o infatuazioni adolescenziali.

Le origini di questa festività sono ancora abbastanza incerte. Probabilmente, esse affondano nel IV secolo d.C., ad opera dei monaci benedettini. L'ufficializzazione della festa il 14 di febbraio si deve invece a Papa Gelasio I, nel 496 d.C.. In effetti, la prima basilica dedicata a San Valentino si trova proprio a Terni, che fu territorio benedettino per molti secoli, soprattutto durante il Medioevo. Non è da escludere che la necessità di trovare una festa cristiana da sostituire a quella pagana dei Lupercalia, che veniva celebrata in febbraio in onore del Dio pagano Fauno, spinse i monaci ad omaggiare il Santo Cristiano proprio il giorno del suo martirio, ovvero il 14 di febbraio.

Furono dunque i monaci benedettini a contribuire alla diffusione della festa di San Valentino in tutta Europa. Essa trovò radici nell'amor cortese e nel circolo letterario di Geoffrey Chaucer. Fu durante questo periodo, nei circoli nobiliari e artistici, che nacque la prassi di scambiarsi le "valentine", bigliettini d'amore, spesso sagomati a forma di cuori, colombe, o angioletti.

Col trascorrere del tempo, e soprattutto a partire dal XIX secolo, la festa di San Valentino assunse toni sempre più commerciali. Le "valentine" vennero sostituite da bigliettini prodotti in scala, cui ben presto furono associati i cioccolatini e le rose.

Oggi, i fidanzati e gli innamorati di tutto il mondo festeggiano San Valentino scambiandosi regali o andando a cena fuori.